mercoledì 30 ottobre 2013

Scialletto color mosto

Un altro scialletto con una matassa gemella di quella del post precedente..
mi piace questo colore che ricorda il mosto e la vendemmia..
Per il modello, questa volta mi sono ispirata a quello
usando il punto mousse anziché la maglia rasata
 e eseguendo il volant coll'uncinetto e non coi ferri a punto traforato.




Qualche particolare


Mi piacciono molto questi scialletti, sono caldi e leggerissimi,
coprono il collo e le spalle e li trovo più comodi
 delle sciarpe e dei colli da infilare dalla testa!

lunedì 21 ottobre 2013

Colori d'autunno in montagna












Queste foto sono state scattate da mio marito qualche giorno fa 
sul Monte Secco mt.2219 in val Seriana (Bergamo)
 Le case sono della frazione "Cacciamali" del comune di Ardesio

martedì 15 ottobre 2013

Scialletto






In questa stagione trovo molto utili sciarpe e scialletti leggeri, da avvolgere attorno
al collo o come scaldaspalle, da togliere e mettere secondo necessità...
ma io non ho la pazienza di seguire modelli complicati e allora
ho fatto un semplicissimo triangolo a legaccio ( o per meglio 
dire a "point mousse" come dicono i francesi, che sarà anche
un punto elementare ma a me piace moltissimo)
e tutt'intorno un bordo con l'uncinetto,
semplicissimo anch'esso..


Ho lavorato finch'è ho avuto lana..in tutto 100gr. di leggerissimo filato mélange



Ecco ritornato il mio modello ma questo scialletto è decisamente 
troppo grande per lui, gli fa da coperta!!



domenica 13 ottobre 2013

Telaietto in legno fai-da-te

Ho visto più volte questo aggeggio alle varie fiere, 
ma ho sempre resistito all'acquisto compulsivo
pensando che fosse possibile farselo da sé..



Cercando in rete ho trovato questo interessante post sul blog
"La valigia della Buru"   che mi ha facilitato parecchio.
(Ringrazio sentitamente la  signora "Buru")
Devo ringraziare anche mio marito che si è gentilmente offerto di
forare la tavoletta...non so se i miei buchi sarebbero stati così
precisi e allineati, vista la mia scarsa confidenza col trapano!
Su YouTube ho trovato diversi tutorials sull'uso del telaietto ed anche nel blog 
sopraccitato e così, presa dall'entusiasmo, ho voluto subito provare a fare una piastrella..


anzi due, una bianca con lana sottile ed una nera con del filato più grosso e un po' peloso...ho scelto il modello meno elaborato,  una sorta di "grata"
ma devo dire che sono un po' delusa...sarà che non avevo l'ago adatto
 (nel video ne usano un tipo di plastica, mai visto prima..) 
io  ho fatto una prova con l'ago da lana e con quello da tappezziere un po' curvo, 
ma per fare i vari nodi che fermano i fili ho impiegato un bel po' di tempo e neppure
il risultato mi piace granchè...preferisco di gran lunga le piastrelle ad uncinetto!
(In ogni caso bisogna rifinire i lati e allora..tanto vale...
Ma forse dico così perché non sono ancora pratica..
magari qualcuno di voi lo usa e ne è entusiasta...fatemelo sapere!! )
Se non altro non ho speso (quasi) nulla: la tavoletta è di recupero
e i pioli sono delle spine per i mobili che si comprano negli store
del fai da te per € 2 al pacco...e ce ne sono d'avanzo!!



sabato 12 ottobre 2013

Paesaggio ad acquerello da una foto

Ho colto al  volo il suggerimento di usare la foto del post precedente 
come soggetto per un acquerello, ed ecco i miei "compiti"...
naturalmente mi sono solo ispirata liberamente
( mooolto liberamente! ) e ne ho fatto due versioni, 
cambiando un po' i colori e tipo di carta.
Voi quale preferite?




Si accettano suggerimenti e critiche costruttive...e con questo vi lascio 
augurandovi una buona domenica!!




domenica 6 ottobre 2013

Domenica...uggiosa

Cosa fare in un pomeriggio festivo ma piovoso...rimanere in casa a leggere o a lavorare a maglia e guardare la tv al calduccio? Oppure  fare un sonnellino come la mia dolce Minou nel suo cestino? Ma no, meglio una bella passeggiata sotto l'ombrello, magari al lago...






Mi piace il lago in questa stagione..poca gente in giro, bellissimi colori
ed "effetti speciali" molto suggestivi e del 
 tutto naturali... quasi un acquerello!

mercoledì 2 ottobre 2013

Provenza (seconda parte)

Continuando con alcune foto di viaggio, ecco
Saint Paul de Vence,  piccolo villaggio molto frequentato dai turisti,
amato da artisti e pittori come Chagall, Matisse, Mirò e Picasso
 e successivamente da registi e attori cinematografici.




                                         

e la bellissima Abbazia di Thoronet: fondata
nel XII secolo dai monaci cistercensi
in stile romanico-provenzale
fu abbandonata nei secoli successivi;
nel XIX sec. venne restaurata grazie
all’interessamento di Prospero Merimée
(scrittore, storico ed archeologo francese
autore, tra l’altro, della “Carmen” a cui
George Bizet si ispirò per l’opera omonima)






Alcuni scorci della Camargue ripresi dal battello 
durante la navigazione sul "Piccolo" Rodano, 
un braccio del grande fiume...





E finalmente Arlés, il centro più importante della regione
Molti luoghi ricordano la presenza di Van Gogh, come
il vecchio ospedale, ora centro culturale dedicato al pittore
e il "giallo" caffè Van Gogh immortalato in un celebre dipinto.
Nella Piazza della Repubblica si trova la Chiesa di Saint Trophime
( XII sec. dedicata al primo vescovo della città) e l'obelisco.



Ad Arlès troviamo numerosi reperti d'epoca romana:
il Foro, il Teatro Romano, le Terme di Costantino,
 l'Anfiteatro oltre a interessanti musei.

Ultimi paesi visitati sono stati Saint Remy con la casa natale di Nostradamus,
Les Baux, un castello su di uno sperone di roccia e infine,
 sulla via del ritorno, Aix en Provence dove ci
attendeva... un bell'acquazzone!



e con queste ultime immagini la mia mini-vacanza è terminata..
 spero di non avervi annoiato...a presto!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...